30 responsabili cristiani arrestati in Cina

25.04.2007 – 30 responsabili di Chiese domestiche sono stati arrestati nella città cinese di Akesu lo scorso 19 aprile mentre incontravano quattro cristiani americani.

Secondo Aid Association da cui proviene l’informazione, i quattro Americani, fra cui due pastori, il 23 aprile erano ancora trattenuti in un hotel per essere interrogati. In quel giorno, i loro bagagli sarebbero stati confiscati.

Otto pastori cinesi sono invece stati liberati il giorno dopo l’arresto. Altri sei si sono visti infliggere una pena di detenzione di trenta giorni. Sono accusati di essere coinvolti in cattive attività cultuali. Diversi pastori potrebbero inoltre essere condannati a lavori forzati per un periodo da uno a tre anni, a causa di una precedente detenzione.

Fonte: Christianisme Aujourd’hui – riprodotto con autorizzazione/ANS

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cina, Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Persecuzione. Contrassegna il permalink.