Gran Bretagna: i pentecostali crescono grazie all’immigrazione

Nel Regno Unito, in un arco di tempo che va dal 1998 al 2005, il numero dei pentecostali è cresciuto di un terzo e sono state aperte nuove chiese. Il movimento pentecostale, che ha 100 anni di vita, rappresenta oggi il terzo ramo del cristianesimo nel regno di Sua Maestà, dopo la chiesa d’Inghilterra e la chiesa cattolica.

È quanto emerge dall’English Church Census, ricerca condotta dal Christian Research e sponsorizzata dall’Economic and Social Research Council.

Secondo un ricercatore della facoltà di Scienze Sociali dell’università di Manchester, in particolare sono i flussi migratori, dall’Africa e da altre parti del mondo, a sostenere la crescita delle chiese pentecostali.

Nel cuore di Londra, i credenti di colore che vanno in chiesa la domenica sono più numerosi dei bianchi e rappresentano una notevole fonte di crescita in un contesto nazionale di declino della frequenza ai culti.

Fonte: Cristiani Oggi, 16-31 gennaio 2007, pag. 6

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Inghilterra, Pentecostali. Contrassegna il permalink.