India: Il pastore Chauhan torturato in prigione

Il pastore Rajendra Chauhan e il responsabile di chiesa Subhash Patel sono stati rilasciati il 29 marzo nello Stato indiano di Uttar Pradesh. Il pastore ha dichiarato che sono stati picchiati più volte: nel momento del loro arresto, durante il loro soggiorno in prigione e durante il tragitto che li conduceva davanti al tribunale.

Chauhan è stato torturato e soffre di ferite alle gambe e al volto. Da allora soffre di problemi di udito. Anche dei membri della sua famiglia sono stati percossi dagli estremisti indù. Avendo ricevuto minacce di morte, il pastore non può tornare a vivere a casa sua. “Finché gli estremisti continuano ad agire nel distretto di Jaunpur con la complicità della polizia, sarà difficile per me di ritornarvi” spiega egli. Chauhan è molto indebolito ma ha espresso il desiderio di visitare la chiesa del villaggio di Kuddupur, di continuare ad adempiere le sue funzioni e a crescere.

Il pastore Chauhan e Patel erano stati arrestati il 25 marzo scorso all’uscita dal culto. Nello stesso momento, 500 donne erano prese in un’imboscata e picchiate per essere andate in chiesa. La domenica seguente, le persone avendo osato tornare in chiesa, sono state di nuovo vittime di violenza.

Fonte: www.portesouvertes.fr

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, India, Intercessione, Persecuzione. Contrassegna il permalink.