Guinea: Sacrificio non riuscito

In due villaggi della prefettura di Macenta, i cristiani sono perseguitati perché non partecipano alle pratiche tradizionali animistiche. In un villaggio, la popolazione voleva fare un sacrificio di due buoi e chiedeva un contributo ad ogni abitante. Alcuni cristiani hanno rifiutato e quattro di loro sono stati incarcerati. Nel frattempo, uno dei due buoi si è ammalato: ha dovuto essere venduto e l’altro bue è morto… sicché il sacrificio non ha potuto aver luogo. Questi eventi fortificano la fede dei cristiani del villaggio e sono un segno per gli animisti. Nell’altro villaggio, si costringono le ragazze e le giovani donne cristiane ad essere escisse. Talvolta, sono i genitori che esigono questa pratica… Una delegazione dell’Alleanza delle chiese e missioni evangeliche della Guinea è andata sul posto per incoraggiare e fortificare i cristiani perseguitati.

Fonte: IDEA – Nouvelles du monde mars / avril 2007

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, Guinea, Intercessione, Persecuzione. Contrassegna il permalink.