Iran: Issa Motamedi liberato sotto cauzione

Un mese dopo aver ordinato l’arresto di Issa Motamedi Mojdehi, che si era convertito al cristianesimo, il tribunale di Rasht, città situata nel nord dell’Iran, ha liberato il cristiano, dichiarando l’ex-musulmano “libero per il momento”.

Issa Motamedi Mojdehi è stato messo in libertà provvisoria sotto cauzione il 24 agosto 2006 sulla base di una garanzia di un amico cristiano che aveva scritto al tribunale rivoluzionario per chiedere la liberazione del prigioniero. Mentre all’inizio egli era incolpato di traffico di droghe (accusa che resta iscritta nel suo dossier), il giudice ha addotto come pretesto nuove accuse nel momento dell’udienza del 24 agosto 2006. Secondo dei “testimoni confidenziali”, il giudice ha ancora affermato che Martha, figlia di Issa Motamedi dell’età di 8 anni, avrebbe cercato di condurre alla fede cristiana altri bambini.

Fonte: Compass Direct/La Voix des Martyrs, 02/2007, pag. 7

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Iran, Persecuzione. Contrassegna il permalink.