In Cina distribuire Bibbie nuoce gravemente al governo

Il pastore Wang Zaiqing, dell’età di 43 anni, è incarcerato nel centro penitenziario di Huainan. È sospettato di “fare del commercio illecito”. Più precisamente, questo consiste nella stampa e nella distribuzione di Bibbie e di libri cristiani.Il pastore Wang Zaiqing è incarcerato per “la pratica di un commercio illegale di stampa e di distribuzione di materiale di propaganda cristiana”.


Tutto è cominciato il 25 aprile con una convocazione del pastore e di sua moglie al commissariato di polizia dove sono stati interrogati sul loro commercio di “stampa e di distribuzione di materiale di propaganda cristiana”. Lo stesso giorno la loro casa è stata perquisita e le loro Bibbie e tutti i libri cristiani confiscati. Il 28 aprile a mezzogiorno i poliziotti sono venuti a prendere il pastore Wang a casa sua e lo hanno informato che d’ora in avanti era “un criminale in detenzione”. È soltanto il 26 maggio che sua moglie ha ricevuto l’ordine ufficiale di arresto di suo marito.

Wang si è convertito nel 1993 ed esercitava il ministerio di pastore andando di casa in casa per ammaestrare i cristiani e portare loro delle Bibbie, malgrado la sua debolezza fisica. Infatti, Wang ha contratto la poliomielite all’età di cinque anni, la gamba destra è fatalmente colpita e oggi egli è costretto a spostarsi con una stampella.

Il pastore Lui Yuhua è stato arrestato il 26 aprile per le stesse ragioni. Il pastore Cai Zhuohua è stato ugualmente arrestato nel settembre 2004 e da quel giorno è in prigione.

Magdaléna Morisset

Fonte: www.aleloo.com

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Bibbia, Cina, Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Persecuzione. Contrassegna il permalink.