Pakistan: cristiani torturati e uccisi

Verso l’inizio di aprile due cristiani sono stati trucidati. Il pastore Babar Samsoun era stato rapito insieme all’evangelista Daniel Emmanuel. Due giorni dopo, il 7 aprile, i loro cadaveri crivellati di pallottole sono stati ritrovati lungo una strada fuori Peshawar. Benché i corpi fossero mutilati orrendamente, la polizia ha considerato necessario farli identificare dalle loro mogli e dai loro bambini. Soprattutto per questi ultimi è stata un’esperienza traumatica.
Babar e Daniel annunciavano il vangelo tra i musulmani. La polizia, secondo l’abitudine, non cerca gli assassini fra i numerosi musulmani estremisti in quella zona confinante con l’Afghanistan, ma fra i conoscenti cristiani delle due vittime. Diversi cristiani sono già stati arrestati e sottoposti a pesanti pressioni affinché, anche se innocenti, confessino di aver commesso il crimine.

Fonte: Porte Aperte Italia

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Intercessione, Martiri, Pakistan, Persecuzione. Contrassegna il permalink.