Crescita protestante nel mondo

Il Brasile, paese con il maggior numero di credenti cattolici nel mondo, è anche teatro di una grande crescita di fedeli evangelici. Negli ultimi 20 anni gli evangelici brasiliani sono più che triplicati: dai 7,8 milioni del 1980 ai 26,4 milioni del 2001. Una crescita che va riferita principalmente alle varie forme del movimento pentecostale. Secondo quanto si legge sul sito internet del Consiglio cristiano della Cina, organismo riconosciuto dal governo, i protestanti nel paese sono 16 milioni, di cui il 70% vive in zone rurali. Negli ultimi 20 anni oltre 5000 studenti si sono diplomati nelle 18 “scuole bibliche” riconosciute legalmente. Il servizio d’informazione protestante “Amity News Service”, che ha sede a Nankino, specifica che dei 1500 pastori che hanno cura di comunità, 400 sono donne, il 98% ordinate al ministero negli ultimi 20 anni. Secondo il “Los Angeles Daily News”, il 20% degli immigrati ispanici che vivono negli USA frequentano chiese evangeliche e il loro numero, secondo i demografi, è destinato a salire fino a raggiungere entro il 2050 un quarto della popolazione totale. Su queste basi, la Chiesa metodista USA ha lanciato una campagna di evangelizzazione in lingua spagnola per presentare la propria realtà a questa fetta crescente di credenti.

Fonte: NEV/ACP/BT

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Brasile, Cina, Cristianesimo, Stati Uniti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.