India: Cristiane picchiate ed umiliate in pubblico

Verona (P.A.) – Alcune donne cristiane sono state assalite ed umiliate in pubblico perché rifiutavano di abbandonare la loro fede. Il 6 febbraio, degli estremisti indù hanno trascinato otto donne, fra le quali due ragazze di 15 anni, fuori dalle loro case mentre i loro mariti erano al lavoro, per costringerle a rinnegare la loro fede. La banda di 45 persone, vedendo il loro rifiuto, le ha picchiate, spogliate ed obbligate ad attraversare il villaggio con la testa rasata. Dopo essere state minacciate, queste donne hanno abbandonato il villaggio con le loro famiglie. In seguito il canale “New Delhi Television” ha intervistato le vittime che, rifugiatesi in una chiesa evangelica a Bhubaneshwar, hanno dichiarato che rimarranno ferme nella loro fede e che non torneranno all’induismo.
Secondo i cristiani locali, diversi gruppi di estremisti indù stanno cercando di alimentare sentimenti anti–cristiani nella regione; questo motivo sarebbe alla base dell’attacco alle donne. Le autorità del distretto hanno promesso di intraprendere una azione contro gli autori del misfatto, ma finora non è stato effettuato alcun arresto.

Fonte: Porte Aperte Italia – 23 febbraio 2004

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, India, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.