Sudan: cristiani sfuggiti ad un bombardamento

(PA/SCM*) – Domenica scorsa, mentre i credenti della città di Yei erano riuniti per il culto, due aerei militari hanno cominciato a bombardare la città. In meno di tre minuti, hanno sganciato quattro bombe che sono cadute a circa 400 metri da due chiese. Grazie a Dio nessuno è stato ucciso, né ferito. “Eravamo tutti coperti di terra per esserci buttati giù durante il bombardamento” ha raccontato Tijwog Agwet, uno dei credenti sfuggiti all’attacco aereo.
Da allora i cristiani si incontrano ogni sera per pregare, come in molte altre regioni nel sud del Sudan. Essi sono convinti che non devono temere e contano sulla protezione del Signore Gesù.

*SCM: Sudanese Community Ministries

Fonte: Porte Aperte Italia – 27 settembre 2002

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Intercessione, Pericoli scampati e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.