Minacciato e picchiato un convertito battista del Turkmenistan

Un convertito alla fede battista di Khazar, porto del Mar Caspio situato in Turkmenistan, è stato minacciato poi picchiato dal KNB (ex KGB) dopo aver rifiutato di rispondere a delle domande sul suo battesimo. Rifiutando di dire se era stato battezzato e da chi, è stato picchiato da un ufficiale del KNB che desidera rimanere anonimo. Viktor Portnov è stato lasciato libero ma gli è vietato di andare in chiesa e di predicare. La congregazione di cui fa parte Portnov fa parte del Consiglio delle Chiese Evangeliche Cristiane/Battiste che aveva rifiutato il controllo dello Stato durante l’era sovietica.

Fonte: KNB/Voxdei

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione, Turkmenistan. Contrassegna il permalink.