Uzbekistan: Liberazione del pastore Stanislav Kim

08.12.2000 – (Portes Ouvertes) – Pastore uzbeko di origine coreana, Stanislav Kim ha beneficiato di un’amnistia generale decretata dal Presidente Karimov ed è stato liberato il 9 ottobre dal campo di Tabaksai dove scontava una pena di sei anni di lavori forzati. Era stato arrestato nel febbraio del 1999 ed era stato condannato nel giugno dello stesso anno durante un processo a porte chiuse, a cui persino il suo avvocato non aveva potuto partecipare.

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Persecuzione, Uzbekistan. Contrassegna il permalink.