Pakistan: Accusati di blasfemia per aver voluto mangiare un gelato

12.07.1999 (Portes Ouvertes/Compass) – Due cristiani pakistani sono stati accusati di blasfemia verso Maometto, a seguito di una disputa con un gelatiere. Questi rifiutava di servirli in tazze usate dai musulmani ritenendo i cristiani “impuri”. “Se volete comprare il gelato da me, dovete portare le vostre stoviglie” ha dichiarato. Salem e Rachid Masih sono stati arrestati il 29 e 30 maggio nella città di Pasrur, nella provincia del Punjab. Sono accusati di aver tenuto dei discorsi sgradevoli per l’Islam. Se saranno riconosciuti colpevoli, rischiano l’ergastolo e addirittura la pena di morte. Temendo rappresaglie, le loro famiglie hanno lasciato precipitosamente la regione.

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Pakistan, Persecuzione. Contrassegna il permalink.